Nel 2018 si celebrano i cinquant’anni dall’uscita nelle sale di 2001: Odissea nello spazio, il film di Stanley Kubrick che ha rivoluzionato il genere fantascientifico e che è parte di una trilogia avveniristica insieme a Il dottor Stranamore. Ovvero: come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba (1964) e Arancia meccanica (1971). Il mio lavoro di tesi ha l’obiettivo di investigare quali immagini della scienza e degli scienziati emergano da questi film. L’argomento non è mai stato affrontato a proposito della cinematografia kubrickiana in toto e difficilmente è stato trattato a prescindere da interpretazioni filosofiche, socio-politiche e religiose. La tesi si compone di una prima parte di carattere introduttivo, in cui inquadro i tre film all’interno del percorso artistico di Kubrick e illustro le caratteristiche della fantascienza al cinema, le cui proiezioni fantastiche da sempre rispecchiano o influenzano la percezione pubblica della scienza. Segue l’analisi dei film, che comprende una parte descrittivo-oggettiva e una interpretativa.

La bomba, il supercomputer, la cura. Scienza e scienziati nei film di Stanley Kubrick(2018 Feb 28).

La bomba, il supercomputer, la cura. Scienza e scienziati nei film di Stanley Kubrick

-
2018

Abstract

Nel 2018 si celebrano i cinquant’anni dall’uscita nelle sale di 2001: Odissea nello spazio, il film di Stanley Kubrick che ha rivoluzionato il genere fantascientifico e che è parte di una trilogia avveniristica insieme a Il dottor Stranamore. Ovvero: come ho imparato a non preoccuparmi e ad amare la bomba (1964) e Arancia meccanica (1971). Il mio lavoro di tesi ha l’obiettivo di investigare quali immagini della scienza e degli scienziati emergano da questi film. L’argomento non è mai stato affrontato a proposito della cinematografia kubrickiana in toto e difficilmente è stato trattato a prescindere da interpretazioni filosofiche, socio-politiche e religiose. La tesi si compone di una prima parte di carattere introduttivo, in cui inquadro i tre film all’interno del percorso artistico di Kubrick e illustro le caratteristiche della fantascienza al cinema, le cui proiezioni fantastiche da sempre rispecchiano o influenzano la percezione pubblica della scienza. Segue l’analisi dei film, che comprende una parte descrittivo-oggettiva e una interpretativa.
2016/2017
Pescia, Fosca
Pagan, Fabio
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Pescia_tesi.pdf

accesso aperto

Tipologia: Tesi
Licenza: Non specificato
Dimensione 832.28 kB
Formato Adobe PDF
832.28 kB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/20.500.11767/69409
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact