L’obiettivo di questo lavoro è quello di provare a delineare un quadro delle modalità in cui, in Italia, gli attori istituzionali principali nella comunicazione verso i cittadini abbiano risposto alla sfida della comunicazione del rischio nello screening mammografico: un campo scientificamente controverso, protagonista delle più ampie sperimentazioni cliniche in cui sono state coinvolte persone asintomatiche, in cui la comunicazione, secondo le stesse linee guida della Commissione Europea, ricopre un ruolo rilevante al pari della ricerca medica. Nel corso del primo capitolo introduttivo verrà mostrato, attraverso analisi bibliografica e della principale documentazione europea e italiana, quali sono i nodi che definiscono la comunicazione dello screening come una questione di comunicazione del rischio, quali gli attori coinvolti a livello istituzionale e le principali posizioni nella controversia scientifica che la caratterizza. Il secondo capitolo entra invece nel pieno della ricerca. Alla definizione della domanda di ricerca e della metodologia segue una prima analisi dei siti istituzionali selezionati che fornisce un quadro di background all’analisi del caso studio specifico, il trial donnainformata-mammografia.it, esplicata nel terzo capitolo. L’analisi di questo caso studio permette di mettere in luce il processo di costruzione di uno strumento di decision aid inedito nel panorama della comunicazione dello screening mammografico in Italia. Il quadro complessivo dell’analisi viene affidato alle conclusioni.

Screening mammografico: comunicare la prevenzione(2018 Jun 14).

Screening mammografico: comunicare la prevenzione

-
2018-06-14

Abstract

L’obiettivo di questo lavoro è quello di provare a delineare un quadro delle modalità in cui, in Italia, gli attori istituzionali principali nella comunicazione verso i cittadini abbiano risposto alla sfida della comunicazione del rischio nello screening mammografico: un campo scientificamente controverso, protagonista delle più ampie sperimentazioni cliniche in cui sono state coinvolte persone asintomatiche, in cui la comunicazione, secondo le stesse linee guida della Commissione Europea, ricopre un ruolo rilevante al pari della ricerca medica. Nel corso del primo capitolo introduttivo verrà mostrato, attraverso analisi bibliografica e della principale documentazione europea e italiana, quali sono i nodi che definiscono la comunicazione dello screening come una questione di comunicazione del rischio, quali gli attori coinvolti a livello istituzionale e le principali posizioni nella controversia scientifica che la caratterizza. Il secondo capitolo entra invece nel pieno della ricerca. Alla definizione della domanda di ricerca e della metodologia segue una prima analisi dei siti istituzionali selezionati che fornisce un quadro di background all’analisi del caso studio specifico, il trial donnainformata-mammografia.it, esplicata nel terzo capitolo. L’analisi di questo caso studio permette di mettere in luce il processo di costruzione di uno strumento di decision aid inedito nel panorama della comunicazione dello screening mammografico in Italia. Il quadro complessivo dell’analisi viene affidato alle conclusioni.
2017/2018
Torre, Monia
Benelli, Eva
File in questo prodotto:
File Dimensione Formato  
Torre_tesi.pdf

accesso aperto

Descrizione: Tesi MSC
Tipologia: Tesi
Licenza: Non specificato
Dimensione 2.04 MB
Formato Adobe PDF
2.04 MB Adobe PDF Visualizza/Apri

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/20.500.11767/77534
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact